1

App Store Play Store Huawei Store

lupo

VALLE MAGGIA - 18-08-2022 -- Le aggressioni dei lupi sono sempre più un problema in Ticino. Negli ultimi mesi numerosi casi di predazione sono stati segnalati nell’alta Valle Maggia, a ridosso col confine italiano verso la Vigezzo. L’ultimo episodio risale a martedì, ai duemila metri dell’alpe Sfille, dove trascorrono l’estate al pascolo alcuni bovini. Ed è tra questi che è accaduta l’aggressione. Vittime due vitelli femmina di circa 7-8 mesi, che hanno riportato ferite al muso e a una coscia. Sul posto, oltre al veterinario che ha visitato gli animali e li sta curando, è salito anche il guardiacaccia per accertare la predazione.

Ciò che preoccupa gli allevatori è il bersaglio di questo episodio. Di norma i lupi attaccano le capre, che d’estate vengono lasciate pascolare liberamente, con minori controlli. I bovini, animali di più grande taglia e valore, nonché maggiormente sorvegliati, vengono attaccati in branco, da più esemplari. Fin qui il bilancio dell’attacco del lupo in Ticino è stato di 180 predazioni su 18.000 animali che pascolano in quota, un numero percentualmente più elevato dei Grigioni, dove le 263 predazioni vanno calcolate su 50.000 capi di bestiame.

 


Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.