1

App Store Play Store Huawei Store

marchionini albertella copia

VERBANIA - 25-11-2021 - Silvia Marchionini non ci sta e liquida gli attacchi delle liste di centro-destra (la Lega prima e poi la civica Insieme per Verbania guidata da Giandomenico Albertella) sulla destinazione dell'area ex Hillebrand come "polemica senza alcun beneficio per la discussione pubblica e il confronto in città". Il sindaco di Verbania, che in questi giorni ha ribadito il diritto del privato (Eurospin) a disporre della sua proprietà, torna a ripetere che il cambio di destinazione urbanistica della vecchia floricoltura in valle Azari era stato approvato dall’Amministrazione Zacchera nel 2010, permettendo l’avvio delle procedure per l’insediamento di strutture commerciali. "Ovviamente nessun 'mea culpa' da quella parte politica e, dal consigliere Albertella, nemmeno una proposta - rimarca il sindaco -. Il già candidato sindaco Albertella, da molti anni consigliere Provinciale, non è riuscito a fare un piano di potenziamento delle scuole superiori a Verbania e ora scrive, erroneamente, di insediamenti commerciali di grandi dimensioni. Gli ricordo, perché l'onestà intellettuale non fa male a chi amministra, che la variante del 2010 approvata dal centro destra ricomprendeva istanze avanzate da privati tra cui quella della floricoltura Hillebrand di viale Azari, con lo scopo di dare una concreta risposta alle esigenze di riuso delle attività floricole insistenti sul territorio, già inclusa nei principi della delibera programmatica del PRG. La variante numero 18 del 2010 apriva la possibilità ad uno sviluppo terziario dell’area e veniva proposta – tra l’altro – allo scopo di supportare e rafforzare un’attività storica del settore florovivaistico locale.
L'errore indubbiamente è stato quello di non evitare lo sviluppo commerciale. E un interesse legittimo, non lo si può bloccare con una nuova variante.
E ci sarebbero voluti ingentissimi fondi pubblici, che il Comune non possiede, e un progetto specifico di uso per provare a introdurre proposte alternative su un’area di proprietà privata", chiosa Marchionini che conclude insistendo sul perchè in due anni e mezzo Albertella non abbia messo in campo una proposta, "ad esempio come ente Provinciale per un progetto di riuso pubblico, o di acquisto? Poteva farlo. Magari ad uso scolastico vista la carenza di spazi delle scuole superiori, al posto di pagare elevati affitti. Perché non è presente una proposta sull’area Hillebrand nel suo programma elettorale. E perché il Gruppo rappresentato da Albertella non ha al momento svolto alcuna azione amministrativa concreta in merito?"

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.