1

App Store Play Store Huawei Store

Ucra

VERBANIA - 20-07-2022 -- Ad accoglierla, al ritorno dall'ospedale con il figlioletto Vladislav, c'era una piccola folla di donne e bambini. In questi tempi di guerra sono loro la sua famiglia, e Villa Iride, a Biganzolo, dove Mariana e gli altri abitano da alcuni mesi, è la sua casa, la loro casa. L'altra, quella che li ha visti nascere e crescere è lontana più di duemila chilometri, in Ucraina. C'è gioia mista ad amarezza a Ville Iride e nostalgia per chi non c'è, come il padre di Vladislav che è rimasto in patria e che il piccolo l'ha visto solo in fotografia.
Ma l'arrivo del bimbo di Mariana è una gioia che supera ogni cosa, segno tangibile che la vita va avanti senza farsi fermare da nessuno, neppure da Putin. Un concentrato di vivacità, è sano e bello Vladislav, il parto s'è svolto senza complicazioni in una domenica assolata di luglio (il 16), un luglio italiano, un luglio verbanese.
"Mariana ha un altro bambino - racconta la direttrice del Consorzio dei servizi sociali, Chiara Fornara - è venuta a Verbania che era al terzo mese di gravidanza, e noi l'abbiamo accompagnata in questa bella storia. Una storia che è bella e triste assieme", aggiunge. La cicogna che ha bussato a Villa Iride è comunque un segnale per tutti, per tutta la comunità ucraina di Verbania e soprattutto per le 126 persone, donne e bambini, in fuga dalla guerra. 53 a Villa Iride (erano 52 prima della nascita di Vladislav); 52 a Casa Riemann; 6 in casa Immacolata e 15 a Villa Chaminade. Oltre la metà sono donne e di queste, il 60-70% lavora, avendo trovato impiego nella ristorazione, nel mondo dell'ospitalità o presso case private.

Il bambino di Mariana è nato in tempo di guerra ma è nato a Verbania, lontano dalla guerra, ben accolto e protetto. Come a tutti i bambini, di qualsiasi angolo di mondo, spetterebbe essere.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.