1

App Store Play Store Huawei Store

ruggine stresa 3

STRESA - 19-07-2022 -- Giallo ruggine. Su tutto il lungolago, dai monumenti in marmo ai basamenti in granito, dai cordoli della passeggiata sino ai lampioni liberty da poco restaurati. È “rugginoso”, e ormai da parecchie settimane, il biglietto da visita che la città di Stresa presenta a residenti e turisti lungo la passeggiata di corso Umberto I. Tutta colpa dell’impianto di irrigazione che, rifatto, riversa sulle piante -e sugli arredi urbani che si trovano a portata di spruzzino- acqua sporca, probabilmente inquinata. Sui social network da tempo si segnala il problema ma solo ieri, chiamata in causa indirettamente, il sindaco Marcella Severino è intervenuta per annunciare che, sospettando che il problema siano ferrobatteri contenuti nella falda da cui attinge l’impianto d’irrigazione (distinto da quello pubblico, accessibile alle altre utenze), ha dato incarico per analizzare campioni d’acqua. “Appena avremo la certezza di cosa si tratta si interverrà per risolvere il problema. Successivamente si procederà con la pulizia dei manufatti” - ha annunciato, confermando però che l’impianto non verrà disattivato per “non compromettere il verde dei giardini”.

La risposta, nel contenuto e per la tempestività, non ha soddisfatto i consiglieri di minoranza di Grande Stresa. “Siamo stupiti che solo dopo tre mesi di denunce e proteste l’amministrazione dichiara che il neo impianto di irrigazione irradia, a della della sindaca, ruggine perché presumibilmente l’acqua è inquinata da ferrobatteri” - attaccano Canio Di Milia, Carlo Falciola e Andrea Fasola Ardizzoia, che parlano di “un vero e proprio disastro” per la passeggiata “che si presenta in totale degrado”. L’opposizione denuncia gli ingenti danni all’illuminazione pubblica e a cinque monumenti: ai Caduti, a re Umberto I, a Rosmini, all’Alpino e la Vela. “Chi pagherà tutto questo” - affermano addossando la responsabilità politica all’attuale Amministrazione, “che ha voluto questo impianto di irrigazione. Perché non s’è intervenuti subito tre mesi fa?”.

Parlando di inerzia dell’Amministrazione, Grande Stresa preannuncia una segnalazione alla Soprintendenza e all’Arpa per verificare i danni ai monumenti ed, eventualmente, all’ambiente.

ruggine_stresa_8.jpgruggine_stresa_3.jpgruggine_stresa_9.jpgruggine_stresa_1.jpgruggine_stresa_6.jpgruggine_stresa_7.jpgruggine_stresa_5.jpgruggine_stresa_4.jpgruggine_stresa_2.jpg

 


Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.